Juve
Home page Juve Juve 2020-2021 Juve Articoli Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Seduto sulla famosa Panchina con Del Piero l’8 settembre 2011, nella cerimonia di inaugurazione dello Juventus Stadium. La società torinese deve intitolare lo stadio a Giampiero Boniperti? (di mimmopiazzadipandola)
No


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
Inter 91 Genoa 42
Milan 79 Bologna 41
Atalanta 78 Fiorentina 40
JUVENTUS 78 Udinese 40
Napoli 77 Spezia 39
Lazio 68 Cagliari 37
Roma 62 Torino 37
Sassuolo 62 Benevento 33
Sampdoria 52 Crotone 23
Verona 45 Parma 20
Classifica completa, risultati, calendario
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
26 60 19 3 4 55 25 C
24 46 13 7 4 49 24 F
2 6 2 0 0 4 1 N
52 112 34 10 8 108 50 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
11.04 A Juventus-Genoa 3-1
18.04 A Atalanta-Juventus 1-0
21.04 A Juventus-Parma 3-1
25.04 A Fiorentina-Juventus 1-1
02.05 A Udinese-Juventus 1-2
09.05 A Juventus-Milan 0-3
12.05 A Sassuolo-Juventus 1-3
15.05 A Juventus-Inter 3-2
19.05 Ita Atalanta-Juventus 1-2
23.05 A Bologna-Juventus 1-4
Punti 22 - Vinte 7 - Pari 1 - Perse 2
Gol fatti 21 - Gol subiti 13 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pre Min Pan Gol
25 Rabiot 1 47 3254 15 5
44 Kulusevski 47 2739 23 7
13 Danilo 46 3831 9 1
14 McKennie 46 2403 23 6
30 Bentancur 1 45 3185 9 -
7 Ronaldo 44 3751 4 36
9 Morata 1 44 2821 16 20
22 Chiesa 1 43 2926 8 14
16 Cuadrado 1 40 3083 6 2
33 Bernardeschi 39 1449 34 -
1 Szczesny 38 3428 14 -40
4 De Ligt 36 2985 5 1
19 Bonucci 35 2679 14 2
12 Alex Sandro 34 2545 8 2
5 Arthur 32 1713 25 1
8 Ramsey 30 1544 24 2
10 Dybala 26 1363 16 5
3 Chiellini 25 1785 13 -
28 Demiral 1 24 1663 19 -
38 Frabotta 17 768 38 1
77 Buffon 14 1290 32 -9
36 Di Pardo 5 56 22 -
37 Dragusin 4 232 30 -
39 Portanova 3 147 21 -
41 Fagioli 2 107 21 -
11 Douglas Costa 2 40 2 -
52 Wesley 1 88 - -
50 Rafia 1 43 4 1
2 De Sciglio 1 23 2 -
31 Pinsoglio 1 1 22 51 -1
34 Da Graca 1 7 10 -
53 Felix Correia 1 5 9 -
40 Vrioni 1 1 6 -
51 Peeters 0 - 10 -
45 Israel 0 - 4 -
58 Aké 0 - 3 -
42 Garofani 0 - 3 -
56 Ranocchia 0 - 3 -
55 Capellini 0 - 2 -
59 De Marino 0 - 2 -
47 Riccio 0 - 2 -
24 Rugani 0 - 2 -
35 De Winter 0 - 1 -
57 Marques 0 - 1 -
41 Nicolussi 0 - 1 -
6 Khedira 0 - - -
17 Pellegrini L. 0 - - -
20 Pjaca 0 - - -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 7 - Centrocampo 37 - Attacco 62
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 33 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 16 (48,48%)
Rigori segnati 12 - Sbagliati 2 - Parati 3
Ammonizioni 116 (19 giocatori)
Espulsioni 7 (7 giocatori)
Tutte le statistiche
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.412 Giocate 2.962
2.419 (54,83%) Vittorie 1.632 (55,10%)
1.130 (25,61%) Pareggi 800 (27,01%)
863 (19,56%) Sconfitte 530 (17,89%)
7.938 Fatti 5.190
4.304 Subiti 2.802
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
486 Giocate 1.390
269 (55,35%) Vittorie 838 (60,29%)
108 (22,22%) Pareggi 327 (23,53%)
109 (22,43%) Sconfitte 225 (16,19%)
833 Fatti 2.481
439 Subiti 1.223
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 290 Del Piero
685 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
535 Chiellini 171 Trezeguet
528 Furino 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
447 Causio 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
685 Buffon 101 Ronaldo
535 Chiellini 100 Dybala
442 Bonucci 47 Morata
254 Dybala 36 Chiellini
232 Alex Sandro 28 Bonucci
222 Cuadrado 19 Cuadrado
155 Bentancur 14 Chiesa
147 Bernardeschi 13 Alex Sandro
137 Morata 10 Bernardeschi
137 Szczesny 7 Kulusevski
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 13.05.2021
Cento anni fa nasceva Cestmir Vycpalek
di Stefano Bianchi
Il 15 maggio 1921 nacque a Praga Cestmir Vycpalek, un nome che potrà non dire molto ai più giovani che leggono, ma che, nella prima metà degli anni ’70, arrivato sulla panchina bianconera un po’ “alla Pirlo”, cioè promosso dalle squadre giovanili, in tre anni conquistò due scudetti e la finale di Coppa dei Campioni a Belgrado.

Come il solito, mamma Jarmila desiderava che il figlio terminasse gli studi, prima di assecondare il marito, che prevedeva per il figlio una carriera calcistica. Infatti, a diciassette anni, superato il Ginnasio e l’Accademia commerciale, ottenuto il diploma scolastico, inizia anche a giocare in prima squadra nello Slavia Praga. Era un destino segnato: babbo Přemysl, che aveva scoperto in lui, fin da bambino, doti calcistiche superiori, cercava in tutti i modi di farlo innamorare al calcio portandolo tutte le domeniche allo “Spartan”, lo stadio dello Slavia. Ci riuscì, com’era facile prevedere: iniziò così la carriera calcistica di suo figlio tra i biancorossi della seconda squadra, per importanza, della capitale cecoslovacca.

La sua carriera però, in quel periodo, come del resto tutta l’Europa, è soggetta o alla dominazione nazista o alla guerra contro le armate hitleriane: nel 1944 è deportato per quasi un anno, nel tristemente noto campo di concentramento di Dachau. Terminata la guerra, lo Slavia lo riprende. Fortuna vuole che lo Spartan sia frequentato anche dal Signor Foresto, importatore di vini piemontesi e proprietario di un Night Club cittadino. Juventino da sempre, vede nel talentuoso Vycpalek le caratteristiche di un grande centrocampista che potrebbe rinverdire i fasti di Giovanni Ferrari, il faro bianconero della “Prima Cinquina”. Introdotto nell’entourage bianconero, segnala il giovane calciatore boemo a Piero Dusio, presidente bianconero, che acquista dallo Slavia sia Vycpalek, sia Julius Korostelev, ficcante e talentuosa ala sinistra dal gran tiro e infallibile dagli undici metri. I due giocano un gran campionato, ma in Italia è il periodo di “quel Torino”, che schierato in campo, iniziava con “Bacigalupo, Ballarin, Maroso”... e arrivano secondi. Naturalmente, in campo Vyclapek diventa subito “Cesto”, mentre Korostelev è soprannominato “Costoletta”. Cesto è una mezzala destra dai grandi fondamentali, pallone appiccicato al piede, visione di gioco, un gran tiro. E’ bravo ed elegante, ma purtroppo è lento: è per questo che, a fine stagione 1946/47, dopo cinque reti in ventisette presenze, va al Palermo, dove si consacrerà gran campione e idolo rosanero.

Della stagione torinese resta a Cestmir l’amore per la Juventus, la cerchia delle conoscenze, una gran nostalgia e l’amicizia con Boniperti, che nel 1970 chiama questo maestro di calcio ad allenare le giovanili bianconere. E’ una squadra in grande fermento rinnovativo e che vuol tornare grande: il tecnico prescelto per la rivoluzione bonipertiana è Armando Picchi, ma la sua malattia e la morte precoce, porta alla promozione di Vycpalek alla panchina della prima squadra. E’ una bella formazione, con Bettega prima punta e Anastasi “falso nueve”, con un grande Sandro Salvadore a guidare la retroguardia. Quello che di suo ci mette Cesto è l’intuizione di far fare a Haller la seconda punta, quando si capisce che la malattia di Bettega non sarà breve. Un’impresa non da poco, a parte per l’intuizione tecnica, per la fatica a convincere il “pigro” tedesco a giocare stabilmente in posizione più avanzata, una “genialata” che varrà il quattordicesimo scudetto della Vecchia Signora. E che gli vale il “Seminatore d’Oro”. Lui e Boniperti avevano messo su una bella squadra, che, infatti, l’anno seguente bissa lo scudetto, con Zoff a parare tutto e la seconda “genialata” di Vycpalek: l’oculata gestione del vecchio Altafini, che subentrava a fine gara e immancabilmente metteva la sua firma sul tabellino. Peccato per quella Coppa dei Campioni persa con l’Ajax di Suurbier, Krol, Neeskens e Cruijff, ma Vycpalek era un grande conoscitore di calcio, non Mago Merlino. L’anno dopo la Juve manca il tris, arriva seconda dietro la Lazio di Maestrelli, con Vycpalek che lascia la panchina a Parola per ricoprire, dapprima il ruolo di Direttore Tecnico, poi quello d’osservatore.

Il pacioso boemo, questo pezzo di storia bianconera, reo soltanto di aver “importato” il nipote Zeman in Italia, muore ottantenne il 5 maggio 2002. E’ il trentesimo anniversario della tragedia di Punta Raisi, quel volo AZ 112, che precipita con centoquindici persone a bordo, tra cui “Cestino”, il figlio maggiore di Vycpalek. E’ anche il giorno della conquista del ventiseiesimo scudetto, con la Juve di Lippi che regola l’Udinese fuori casa due a zero con le reti di Trezeguet e Del Piero, sorpassando, all’ultimo istante, un’Inter sconfitta a Roma dalla Lazio: un modo tutto bianconero per ricordare il grande boemo.



Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Cerca nel sito
Archivio e statistiche
Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Accedi alla fanzone
Juve Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2021 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies