Juve
Home page Juve Juve 2019-2020 Juve Articoli Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Alla luce delle prestazioni sin qui osservate, il cambio di allenatore è stato: (di Massimigno)
Giustificato, si vede un netto miglioramento rispetto agli 1-0 di Allegri
Ingiustificato, il livello di gioco è uguale al passato ma si perde e si prendono troppi gol
Diamo ancora tempo a Sarri


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
JUVENTUS 57 Cagliari 32
Lazio 56 Sassuolo 29
Inter 54 Fiorentina 28
Atalanta 45 Torino 27
Roma 39 Udinese 26
Parma 35 Lecce 25
Milan 35 Sampdoria 23
Verona 35 Genoa 22
Napoli 33 Brescia 16
Bologna 33 Spal 15
Classifica completa, risultati, calendario
Le prossime gare in calendario
Data/Ora Cmp Partita
22.02 18:00 A Spal-Juventus
26.02 21:00 ChL Lione-Juventus
01.03 20:45 A Juventus-Inter
04.03 20:45 Ita Juventus-Milan
08.03 18:00 A Bologna-Juventus
13.03 20:45 A Juventus-Lecce
17.03 21:00 ChL Juventus-Lione
21.03 18:00 A Genoa-Juventus
04.04 20:45 A Juventus-Torino
11.04 15:00 A Milan-Juventus
Calendario completo
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
17 49 16 1 0 42 12 C
16 31 9 4 3 24 17 F
1 0 0 0 1 1 3 N
34 80 25 5 4 67 32 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
06.01 A Juventus-Cagliari 4-0
12.01 A Roma-Juventus 1-2
15.01 Ita Juventus-Udinese 4-0
19.01 A Juventus-Parma 2-1
22.01 Ita Juventus-Roma 3-1
26.01 A Napoli-Juventus 2-1
02.02 A Juventus-Fiorentina 3-0
08.02 A Verona-Juventus 2-1
13.02 Ita Milan-Juventus 1-1
16.02 A Juventus-Brescia 2-0
Punti 22 - Vinte 7 - Pari 1 - Perse 2
Gol fatti 23 - Gol subiti 8 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pre Min Pan Gol
19 Bonucci 32 2853 2 4
21 Higuain 32 2050 11 8
5 Pjanic 31 2545 3 3
10 Dybala 31 1865 13 12
7 Ronaldo 29 2566 - 24
16 Cuadrado 1 29 2220 10 2
14 Matuidi 29 1950 12 1
12 Alex Sandro 28 2444 3 -
30 Bentancur 1 26 1679 11 1
4 De Ligt 24 2066 10 2
1 Szczesny 23 2070 9 -23
25 Rabiot 1 22 1454 15 -
33 Bernardeschi 21 1044 18 1
8 Ramsey 21 905 17 2
13 Danilo 17 1174 15 1
6 Khedira 17 949 5 -
11 Douglas Costa 17 621 12 2
77 Buffon 11 990 23 -9
2 De Sciglio 11 694 12 -
23 Can 8 281 21 -
28 Demiral 7 559 19 1
24 Rugani 6 540 26 -
3 Chiellini 2 102 1 1
20 Pjaca 1 15 9 -
38 Muratore 1 1 3 -
31 Pinsoglio 0 - 28 -
41 Coccolo 0 - 7 -
35 Olivieri 0 - 5 -
17 Mandzukic 0 - 3 -
39 Portanova 0 - 3 -
37 Perin 0 - 2 -
42 Wesley 0 - 2 -
34 Beruatto 0 - 1 -
36 Han 0 - 1 -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 9 - Centrocampo 11 - Attacco 45
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 25 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 15 (60,00%)
Rigori segnati 11 - Sbagliati 0 - Parati 1
Ammonizioni 69 (19 giocatori)
Espulsioni 3 (3 giocatori)
Tutte le statistiche
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.342 Giocate 2.910
2.376 (54,72%) Vittorie 1.601 (55,02%)
1.116 (25,70%) Pareggi 789 (27,11%)
850 (19,58%) Sconfitte 520 (17,87%)
7.798 Fatti 5.083
4.232 Subiti 2.744
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
476 Giocate 1.320
262 (55,04%) Vittorie 795 (60,23%)
108 (22,69%) Pareggi 313 (23,71%)
106 (22,27%) Sconfitte 212 (16,06%)
813 Fatti 2.341
429 Subiti 1.151
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 289 Del Piero
667 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
528 Furino 171 Trezeguet
508 Chiellini 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
447 Causio 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
667 Buffon 90 Dybala
508 Chiellini 63 Higuain
392 Bonucci 52 Ronaldo
213 Dybala 36 Chiellini
185 Alex Sandro 26 Bonucci
166 Cuadrado 22 Pjanic
166 Pjanic 21 Khedira
144 Khedira 16 Cuadrado
137 Higuain 10 Alex Sandro
117 Matuidi 9 Bernardeschi
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 16.06.2019
RIFLESSIONI SU SARRI ALLA JUVENTUS
di Antonio La Rosa
Finalmente è il caso di dire "habemus Papam", dopo un mese di attesa abbiamo il nome del nuovo allenatore della Juventus, Maurizio Sarri

La scelta astrattamente è comprensibile, tra i tecnici italiani non ne vedo allo stato di più bravi ed affidabili, chiunque altro sarebbe stato una scommessa, più da partenza di nuovo ciclo (alla Picchi, Trapattoni, Lippi, Conte), che non da prosecuzione di ciclo vincente; prendendo i nomi stranieri, quelli più accreditati sono tutti sotto contratto e nessuno di loro è garanzia di vittoria, Guardiola non vince dai tempi del Barcellona, Klopp era fino a qualche settimana addietro il perdente di successo; Pochettino non ha ancora titoli per poter essere definito un vincente; Mourinho poteva essere una scommessa affascinante, uomo in cerca di rivincite, ma dal 2010 nell'Europa che conta ha preso solo sberle; Zidane poteva essere l'uomo giusto, ma è stato riempito d'oro nuovamente dal Real Madrid e cmq, se vero che era già d'accordo con la Juventus, cambiare per denaro è segno di poca lealtà sportiva.

Concretamente però ci sono troppe lacune, anche preoccupanti, per come è stata operata e per quando è stata annunciata.
La chiusura del rapporto con Allegri ha, a mio giudizio, due spiegazioni:
- proprio nell'anno di CR7 alla Juventus, siamo usciti male dalla Champions, quando gli scorsi anni, con formazioni sulla carta inferiori, quantomeno si era recriminato nel modo come eliminati da Bayern e Real;
- la sensazione durante l'anno che non fosse riuscito a fare esprimere al meglio CR7, che non avesse trovato le soluzioni giuste tattiche per esaltarne le giocate, che alcuni giocatori si fossero involuti, che i metodi di preparazione avessero fatto arrivare il gruppo in maniera inadeguata nei momenti decisivi della stagione, in Europa, dopo avere tuttavia chiuso la lotta scudetto già ai primi di marzo.
Occorreva dunque una sterzata, e fin qui ci siamo.
Ma è ovvio che se devi dare una sterzata, o sali di livello, e dunque prendi un allenatore sicuramente con maggiore prestigio in campo internazionale, oppure imposti un programma di ripartenza, rinnovamento di organico, scommetti su un nome nuovo ed emergente, chiunque sia.
Sarri non è nè l'uno, nè l'altro.

Pessima la gestione e la tempistica della scelta.
E' chiaro che oggi scopriamo come la società Juventus, l'avanguardia del calcio italiano, tra le più importanti al mondo, con il presidente che è pure presidente dell'ECA, a conferma del suo prestigio personale tra i club europei, al momento della chiusura del rapporto con Allegri, NON AVESSE ALCUN NUOVO ALLENATORE SOTTO CONTRATTO.
Questo è errore da Inter vecchia gestione (quella nuova invece ha chiuso con Spalletti il giorno dopo la fine del campionato, e annunciato Conte la stessa settimana), licenziare l'allenatore senza avere la certezza di chi verrà in sostituzione.

Mi si obietterà che probabilmente vi erano altre piste da percorrere, ed è possibile che sia così.
Ma, per esemplificare: se insegui Guardiola, e a metà maggio non sai ancora se potrà o vorrà liberarsi dal City, non licenziare Allegri, aspetta almeno fino a quando hai la quasi certezza; idem chiunque altro nome.
Immaginatevi se in questo momento il Chelsea, per mero capriccio, non avesse voluto liberare Sarri, la Juventus sarebbe rimasta scoperta proprio nella casella fondamentale della nuova stagione, e cercare il primo nome disponibile.
Orbene, negli scorsi anni ho letto di critiche a Marotta, qualche volta anche più che giustificate, sulla gestione delle operazioni di mercato, sul non saper vendere i nostri giocatori, o perdere le occasioni importanti, che so, Draxler per dire un nome, o ridursi a prendere qualcuno all'ultimo momento tanto per completare l'organico; se il nuovo management comincia così, mi pare che non sia un modo ottimale di lavorare, lo vedremo adesso nelle operazioni di mercato, chi arriverà, chi partirà e a quale prezzo.

In giro sto leggendo cose che mi ricordano in parte quanto si diceva nel luglio 2015: interisti che si sentono già con lo scudetto nella maglia, napolisti che gridano al tradimento (dopo che il loro presidente cinepanettonaro lo ebbe a cacciare, cosa che hanno dimenticato), juventini che danno di testa dopo avere invocato il bel gioco, o che si ricordano del Sarri antijuventino, le sue battute inopportune, qualche volta ineducate, il suo abbigliarsi in maniera non proprio ortodossa con i canoni bianconeri, e cose del genere.
Io direi di aspettare a giudicare.
In passato non ero affatto estimatore di Sarri, anzi, nei miei commenti alle partite di campionato, fra le postille, avevo introdotto "L'Angolo Di Sarri", per evidenziare le sue affermazioni spesso stupide o a giustificazione di sconfitte (la penombra, il pallone invernale, l'orario, il maltempo, il fatturato, gli arbitri, che come alibi a Napoli sono sempre trainanti); non lo ero nemmeno di Allegri, che all'epoca avevo soprannominato "L'Ossimoro", sia per come si proponeva nelle interviste (al Milan era sempre sopra le righe), sia per come giocava il Milan.
Ma da oggi Sarri è l'allenatore della Juventus, si chiude il passato, il presente deve essere di sostegno, poi per il resto ne riparleremo a maggio.

Ho pure letto qualcuno fare riferimento allo "Stile Juve", che non avrebbe consentito questa scelta, sia per il passato, sia per il personaggio in sè.
Mi permetto di ricordare che lo "Stile Juve" per come lo ricordiamo, è finito con Boniperti: era lui il presidente, ultimo della storia, che sceglieva prima gli uomini e poi i giocatori, era lui che li obbligava comunque ad andare a scuola e prendere un titolo di studio, era lui che li controllava come se fossero collegiali (Capello definiva la Juventus "i gesuiti" per il rigore verso i propri tesserati), era lui che non avrebbe mai preso un giocatore o un allenatore che in passato avesse avuto comportamenti inopportuni o detto male dei bianconeri; dopo non è stato più così, a cominciare dal ritorno di Luciano Moggi, che di polemiche e veleni contro la Juve di Boniperti ne lanciò in quantità, a proseguire agli incarichi di A.D. ad Antonio Giraudo, tifoso granata dichiarato, di cui si ricorda un bel gesto dell'ombrello a Boniperti, presidente Juventus.
Da allora, pur mantenendosi un certo rigore nelle scelte, abbiamo preso professionisti senza considerarne la storia passata, ricordo il ritorno di Lippi, dopo essere stato all'Inter di Moratti, o l'arrivo di Capello, che di dichiarazioni antijuventine ne rese così tante da potersi redigere una enciclopedia.
E, già che ci sono, ricordo anche certe dichiarazioni di Nedved, laziale, dedicate a noi, soprattutto quelle la settimana precedente Perugia - Juventus.

Quindi, per chiudere, benvenuto mister Sarri e in bocca al lupo, non dovrai però dimenticare che alla Juventus vincere non è importante, MA E' L'UNICA COSA CHE CONTA.

E-mail: antonio_larosa{chiocciola}msn.com


Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Cerca nel sito
Archivio e statistiche
Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Vignette di Wiggum
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Wallpapers di Wiggum
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Accedi alla fanzone
Juve Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2020 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies