Juve
Home page Juve Juve 2019-2020 Juve Articoli Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Altro nome accostato alla Juve che verrà è il promettente attaccante ivoriano Jérèmie Boga del Sassuolo. Lo porteresti a Torino? (di mimmopiazzadipandola)
Sì. Ho ancora impresso il gran gol siglato pochi mesi fa allo Stadium
No. Preferisco un altro attaccante con maggiore esperienza


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
JUVENTUS 63 Sassuolo 32
Lazio 62 Cagliari 32
Inter 54 Fiorentina 30
Atalanta 48 Udinese 28
Roma 45 Torino 27
Napoli 39 Sampdoria 26
Milan 36 Lecce 25
Parma 35 Genoa 25
Verona 35 Spal 18
Bologna 34 Brescia 16
Classifica completa, risultati, calendario
Le prossime gare in calendario
Data/Ora Cmp Partita
- - Ita Juventus-Milan
22.06 21:45 A Bologna-Juventus
26.06 21:45 A Juventus-Lecce
30.06 21:45 A Genoa-Juventus
04.07 17:15 A Juventus-Torino
07.07 21:45 A Milan-Juventus
11.07 21:45 A Juventus-Atalanta
15.07 21:45 A Sassuolo-Juventus
20.07 21:45 A Juventus-Lazio
23.07 19:30 A Udinese-Juventus
Calendario completo
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
18 52 17 1 0 44 12 C
18 34 10 4 4 26 19 F
1 0 0 0 1 1 3 N
37 86 27 5 5 71 34 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
19.01 A Juventus-Parma 2-1
22.01 Ita Juventus-Roma 3-1
26.01 A Napoli-Juventus 2-1
02.02 A Juventus-Fiorentina 3-0
08.02 A Verona-Juventus 2-1
13.02 Ita Milan-Juventus 1-1
16.02 A Juventus-Brescia 2-0
22.02 A Spal-Juventus 1-2
26.02 ChL Olympique Lione-Juve 1-0
08.03 A Juventus-Inter 2-0
Punti 19 - Vinte 6 - Pari 1 - Perse 3
Gol fatti 17 - Gol subiti 9 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pre Min Pan Gol
19 Bonucci 34 3033 2 4
21 Higuain 34 2150 12 8
10 Dybala 34 2076 14 13
7 Ronaldo 32 2836 - 25
5 Pjanic 32 2606 4 3
16 Cuadrado 1 32 2470 10 2
12 Alex Sandro 31 2702 3 -
14 Matuidi 31 2119 13 1
30 Bentancur 1 29 1949 11 1
4 De Ligt 27 2282 11 2
1 Szczesny 26 2340 9 -25
25 Rabiot 1 24 1549 17 -
8 Ramsey 24 1097 18 4
33 Bernardeschi 24 1077 21 1
13 Danilo 19 1354 16 1
11 Douglas Costa 18 680 12 2
6 Khedira 17 949 6 -
2 De Sciglio 12 706 15 -
77 Buffon 11 990 26 -9
23 Can 8 281 21 -
24 Rugani 7 630 28 -
28 Demiral 7 559 19 1
3 Chiellini 3 156 2 1
20 Pjaca 1 15 9 -
38 Muratore 1 1 3 -
31 Pinsoglio 0 - 30 -
41 Coccolo 0 - 8 -
35 Olivieri 0 - 6 -
17 Mandzukic 0 - 3 -
39 Portanova 0 - 3 -
42 Wesley 0 - 3 -
37 Perin 0 - 2 -
34 Beruatto 0 - 1 -
36 Han 0 - 1 -
43 Peeters 0 - 1 -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 9 - Centrocampo 13 - Attacco 47
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 25 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 15 (60,00%)
Rigori segnati 11 - Sbagliati 0 - Parati 1
Ammonizioni 72 (20 giocatori)
Espulsioni 3 (3 giocatori)
Tutte le statistiche
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.345 Giocate 2.912
2.378 (54,73%) Vittorie 1.603 (55,05%)
1.116 (25,68%) Pareggi 789 (27,09%)
851 (19,59%) Sconfitte 520 (17,86%)
7.802 Fatti 5.087
4.234 Subiti 2.745
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
477 Giocate 1.323
262 (54,93%) Vittorie 797 (60,24%)
108 (22,64%) Pareggi 313 (23,66%)
107 (22,43%) Sconfitte 213 (16,10%)
813 Fatti 2.345
430 Subiti 1.153
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 289 Del Piero
667 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
528 Furino 171 Trezeguet
509 Chiellini 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
447 Causio 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
667 Buffon 91 Dybala
509 Chiellini 63 Higuain
394 Bonucci 53 Ronaldo
216 Dybala 36 Chiellini
188 Alex Sandro 26 Bonucci
169 Cuadrado 22 Pjanic
167 Pjanic 21 Khedira
144 Khedira 16 Cuadrado
139 Higuain 10 Alex Sandro
119 Matuidi 9 Bernardeschi
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 17.04.2019
Juventus - Ajax a freddo e considerazioni sparse.
di Antonio La Rosa
- FALLIMENTO.
Inutile girarci attorno e perdersi in bizantinismi, l'eliminazione di ieri sera è un fallimento, doppio direi, da un lato in relazione agli obiettivi stagionali, dall'altro in relazione all'avversario che ci ha eliminati.
La Juventus con un organico competitivo ma non di primissima fila, aveva già conquistato due finali, superato due volte il girone eliminatorio, per cui, quando a quell'organico aggiungi il migliore al mondo, è ovvio che, se proprio non vinci la Champions, quantomeno devi raggiungere un obiettivo che deve essere mediamente superiore a quelli precedenti, dunque essere nelle prime quattro minimo; se non si arriva almeno alle semifinali, è ovvio che il valore aggiunto alla squadra praticamente viene neutralizzato da altri fattori, insomma l'operazione CR7 appare il passivo adesso, considerata anche l'eliminazione dalla Coppa Italia.
E' un fallimento perchè si è arrivati a questo momento della stagione con una squadra non al meglio, e non parlo solo delle assenze, sicuramente la preparazione post feste natalizie non è stata adeguata a far trovare il gruppo pronto in questo periodo, la rimonta contro l'Atletico insomma è stata l'eccezione.
*******
E' pure un fallimento perchè l'Ajax non è affatto lo squadrone che viene dipinto oggi, anzi.
In campionato è secondo dietro al PSV Eindhoven, che ricordo arrivò ultimo nel girone dell'Inter, con unica "impresa" proprio quella di avere consentito il passaggio del turno al Tottenham, a danno dei nerazzurri.
L'Ajax nel girone eliminatorio è arrivato secondo, non primo, ha beneficiato della presunzione del Real Madrid, che si sentiva sicuro ormai del passaggio del turno, e della situazione fisica deficitaria dei bianconeri ieri, e su questo ci tornerò.
Ha segnato due dei tre gol nel doppio confronto, frutto di errori e di situazioni fortuite, vero che ha attaccato molto, ma è anche vero che come attacco è apparso inconsistente, Tadic e Ziyech zero gol segnati, il primo mi sembra quasi mai arrivato al tiro: magari queste saranno nei miei confronti "le ultime parole famose", vedremo cosa faranno in semifinale.
Quindi, calma e raffreddiamo gli animi, siamo stati eliminati da una squadra tecnicamente e tatticamente inferiore, come dire ci siamo suicidati noi, e la cosa è anche peggio, dal mio punto di vista.
*******

- IDIOSINCRASIA ALLA COMPETIZIONE
Questa la dedico ai signori del "fino al confine".
Tra le squadre italiane, la Juventus è seconda solo al Milan, in riferimento alla media dei risultati conseguiti, nove finali contro undici dei rossoneri, l'Inter si ferma a cinque, la Roma a una, le altre non sanno neppure cosa sia un quarto di finale nella competizione.
Ma finale non significa vincere, il secondo è il primo dei perdenti, è nella nostra filosofia, ma questo non vuol dire che il cammino bianconero sia stato mediamente negativo nella competizione, semmai il negativo è che nei momenti fondamentali la squadra ha sempre qualche blocco che a mio giudizio è figlio legittimo di Atene 1983.
Anche ieri è andata così, la partita si era messa nel migliore dei modi, il pareggio degli olandesi, casuale, non avrebbe dovuto abbattere la squadra, anzi: invece da quel momento è sparita dal campo la Juventus, come, per ricordare esempi recenti, nel secondo tempo di Cardiff, nella semifinale contro il Benfica, nell'ultima giornata del girone CL 2009 - 10 contro il Bayern (due risultati su tre per passare il turno e vantaggio immediato con Trezeguet), nei due anni di Capello, in casa contro Liverpool e Arsenal, nelle finali perse da Lippi con la Juve favoritissima per la vittoria, nella famosa gara di ritorno contro il Barcellona 1985 - 86 (lo sciagurato Pacione ...).
Una squadra psicologicamente più salda, avrebbe almeno sei coppe in più nel palmares, e sarebbe la riprova che i dati nazionali sono pure confermati all'estero; viceversa il braccino corto, la tremarella e il non avere i nervi saldi o la condizione al momento decisivo, hanno prodotto questa immagine di perdente cronica.
*******

- LA FORMULA

Se passa il Liverpool, due squadre arrivate seconde sarebbero in semifinale, mentre le vincenti dei loro gironi già eliminate e addirittura agli ottavi, come dire, vincere il girone non serve ad un tubo.
E' questa una formula che aiuta sicuramente le più in forma in questo momento, che non è detto siano le più forti.
Faccio un esempio che farà imprecare i miei amici cartonati.
Provate a ricostruire l'andamento della Champions 2009 - 10, a Kiev l'Inter era già eliminata a pochi minuti dalla fine, passò il turno per il rotto della cuffia; il Bayern, finalista, arrivò rocambolescamente secondo grazie al suicidio della Juventus nell'ultima giornata, in un girone dominato dal Bordeaux (cinque vittorie e un solo pareggio contro la Juventus alla prima giornata); mentre tutte le altre vincenti dei gironi si persero per strada.
Da tempo sostengo che la fase a gironi deve essere l'ultima, per produrre invece le quattro più forti, dunque quattro gironi di quattro squadre, o di sei, le vincenti a disputarsi una final four.
Mentre così essere in forma nella fase a gironi non serve a un tubo.
*******

- ALLEGRI AL CAPOLINEA
Lo sapete bene, non sono mai stato un anti Allegri, al contrario, ma credo che siamo davvero alla fine del ciclo, e per il bene di entrambi meglio chiuderlo da vincenti.
Perchè dico questo?
Finora ogni stagione di Allegri, era finita con vittorie in Italia, e desiderio di rivincita in Europa, dopo la finale di Berlino, dopo la rocambolesca eliminazione a Monaco di Baviera, dopo la finale di Cardiff, dopo la discutibilissima eliminazione dello scorso anno al termine di una impresa solo sfiorata.
Come dire, il gruppo aveva sempre uno stimolo per l'anno successivo, una fame di rivincita verso qualcosa sfuggita per puro caso.
Quest'anno mi pare che non sia così.
Come detto, le due eliminazioni di cui ho fatto cenno, erano viste come situazioni sfortunate, errori arbitrali e quant'altro, ma la Juventus si era mostrata sicuramente al pari se non più forte di Bayern e Real Madrid (con CR7); stavolta l'impressione è l'esatto contrario, che si è perso con una squadra più debole, che quindi si è fallito l'obiettivo per proprie colpe, per propri limiti.
Insomma, la necessità di una scossa, che non può che venire da un cambio di guida tecnica, per la semplice ragione che Allegri il prossimo anno potrebbe apparire come quello che non riesce a dare il giusto stimolo, a far fare quel salto di qualità alla squadra.
Non è il Trapattoni dopo Amburgo, che comunque aveva già vinto in Europa, e che aveva quel carisma per dare la scossa al gruppo, tanto che nei due anni successivi si vinse nuovamente in Europa.
Quindi meglio chiudere in bellezza, con l'ottavo scudetto di fila, il quinto personale di Allegri, che diventa così l'allenatore più vincente della Juventus in Italia, e cambiare decisamente rotta con guida tecnica.

E-mail: antonio_larosa{chiocciola}msn.com


Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Cerca nel sito
Archivio e statistiche
Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Vignette di Wiggum
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Wallpapers di Wiggum
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Accedi alla fanzone
Juve Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2020 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies