Juve
Home page Juve Juve 2018-2019 Juve Articoli Juve News Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Chi sulla panchina della Juventus a luglio? (di LLandis Rm e kohler)
Allegri
Conte
Zidane
Simeone
Inzaghi S.
Mourinho
Gasperini
Klopp
Sarri
Giampaolo
De Zerbi
Carrera
Guarino


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
JUVENTUS 66 Sassuolo 30
Napoli 52 Parma 29
Inter 43 Genoa 25
Milan 42 Cagliari 24
Lazio 38 Spal 22
Roma 38 Udinese 19
Atalanta 38 Empoli 18
Torino 34 Bologna 18
Sampdoria 33 Frosinone 16
Fiorentina 32 Chievo (-3) 9
Classifica completa, risultati, calendario
Le prossime gare in calendario
Data/Ora Cmp Partita
20.02 21:00 ChL Atletico Madrid-Juve
24.02 15:00 A Bologna-Juventus
03.03 20:30 A Napoli-Juventus
08.03 20:30 A Juventus-Udinese
12.03 21:00 ChL Juve-Atletico Madrid
17.03 12:30 A Genoa-Juventus
31.03 15:00 A Juventus-Empoli
03.04 21:00 A Cagliari-Juventus
07.04 15:00 A Juventus-Milan
14.04 15:00 A Spal-Juventus
Calendario completo
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
16 41 13 2 1 33 10 C
16 40 13 1 2 30 12 F
1 3 1 0 0 1 0 N
33 84 27 3 3 64 22 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
26.12 A Atalanta-Juventus 2-2
29.12 A Juventus-Sampdoria 2-1
12.01 Ita Bologna-Juventus 0-2
16.01 SCI Juventus-Milan 1-0
21.01 A Juventus-Chievo 3-0
27.01 A Lazio-Juventus 1-2
30.01 Ita Atalanta-Juventus 3-0
02.02 A Juventus-Parma 3-3
10.02 A Sassuolo-Juventus 0-3
15.02 A Juventus-Frosinone 3-0
Punti 23 - Vinte 7 - Pari 2 - Perse 1
Gol fatti 21 - Gol subiti 10 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pres G.F G.S Esp
7 Ronaldo 32 21 - 1
12 Alex Sandro 29 - - -
10 Dybala 29 8 - -
5 Pjanic 29 3 - -
14 Matuidi 28 2 - -
1 Szczesny 27 - 18 -
30 Bentancur 26 2 - 1
19 Bonucci 26 2 - -
3 Chiellini 24 1 - -
11 Douglas Costa 24 1 - 1
17 Mandzukic 24 9 - -
33 Bernardeschi 23 3 - -
23 Emre Can 23 2 - -
20 Joao Cancelo 20 1 - -
2 De Sciglio 17 - - -
16 Cuadrado 16 1 - -
6 Khedira 15 2 - -
24 Rugani 11 2 - -
15 Barzagli 7 - - -
4 Benatia 6 - - -
22 Perin 6 - 4 -
18 Kean 4 1 - -
4 Caceres 3 - - -
37 Spinazzola 3 - - -
21 Pinsoglio 0 - - -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 6 - Centrocampo 13 - Attacco 42
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 24 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 16 (66,67%)
Rigori segnati 7 - Sbagliati 1 - Parati 2
Espulsioni 3 (3 giocatori diversi espulsi)
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.290 Giocate 2.872
2.343 (54,62%) Vittorie 1.576 (54,87%)
1.107 (25,80%) Pareggi 783 (27,26%)
840 (19,58%) Sconfitte 513 (17,86%)
7.708 Fatti 5.019
4.180 Subiti 2.706
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
466 Giocate 1.268
256 (54,94%) Vittorie 762 (60,09%)
106 (22,75%) Pareggi 304 (23,97%)
104 (22,32%) Sconfitte 202 (15,93%)
796 Fatti 2.251
420 Subiti 1.099
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 289 Del Piero
656 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
528 Furino 171 Trezeguet
496 Chiellini 167 Sivori
482 Bettega R. 158 Borel F.
476 Zoff 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
447 Causio 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
496 Chiellini 76 Dybala
345 Bonucci 43 Mandzukic
278 Barzagli 35 Chiellini
169 Dybala 21 Bonucci
153 Mandzukic 21 Khedira
143 Alex Sandro 21 Ronaldo
130 Cuadrado 18 Pjanic
125 Khedira 14 Cuadrado
120 Pjanic 9 Alex Sandro
113 Caceres 8 Bernardeschi
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 13.11.2018
VA SEMPRE PIU’ DI MODA IL BIANCONERO (E RISPETTO PER IL PIPITA)
di Ugo Russo
Grande risposta a tutti quelli che speravano (e gufavano...) che la vittoria del Napoli, che aveva permesso il riavvicinamento dei partenopei fino ai –3 in classifica, potesse rappresentare una esagerata pressione nei confronti dei bianconeri fino a farli inciampare a Milano e riaprire così il discorso scudetto, almeno dal punto di vista dell’incertezza. Invece la Juventus, a fronte di una delle migliori partite giocate in questo ultimo periodo (pensate, ha segnato pure Mandzukic che per il resto, per la verità, ha sbagliato tutto, trasformando anche un’azione d’attacco bianconera nel contropiede da cui é venuto il rigore per il Milan), ha piegato nettamente i rossoneri non tanto nel punteggio quanto per un gioco ed una tecnica decisamente superiori rispetto agli avversari.
I maligni e i super invidiosi si sono scatenati dicendo che Benatia doveva essere espulso per doppia ammonizione e che la partita avrebbe potuto prendere ben altra direzione. Sì, e Babayoko, già ammonito e per tre volte salvato dall’arbitro per fallacci da maniscalco ai danni dei giocatori della Juverntus? E gli altri suoi compagni, Romagnoli in testa, entrati sulle gambe col rischio di far veramente male a Ronaldo e compagni? Ha vinto bene il Napoli di Ancelotti che si lamenta sempre, con il gol vittoria all’ultimo grazie a un’autorete propiziata da una spinta non sanzionata? O da un rigore reclamato dai genoani e neppure preso in considerazione?
A proposito di Ronaldo, Allegri ha recentemente affermato: “Per ora gioca sempre, ma verrà pure il suo momento di riposare”. Non si azzardasse!!! Vero é che domenica ha concluso un paio di ripartenze bianconere con la lingua di fuori e tirando debolmente, cosa che solitamente non fa, ma pure in queste condizioni vale pur sempre almeno il doppio di tutti gli altri e lo ha dimostrato facendosi trovare pronto a ribattere in rete la conclusione deviata di Cancelo, dando così la certezza dei tre importantissimi punti. Insomma, la Juventus va in ogni partita costruita accanto a lui.
Dell’incontro di San Siro da rimarcare anche la stratosferica prestazione di Matuidi, quella del “solito” Chiellini e di Cancelo, grande inizio, poi un po’ a tratti ma il guizzo sul raddoppio é stato portentoso. Oltre a Szczesny, che ha deviato sul palo il rigore.
Qualcun altro dice che questo strapotere Juventus, stavolta, eziandio, dal punto di vista della superiorità, ammazza il campionato. E chissenefrega!!! Perché, quando la società bianconera, con l’assurdo modo di fare e con la tafazziana arringa fatta fare all’avvocato prima ancora che venisse istruito il processo, volle farsi togliere due scudetti dal petto e favorì la sua retrocessione in serie B non ci furono tappi di spumante che saltarono nell’aula dello stadio Olimpico dove venne svolta Calciopoli? E allora, sciacquatevi la bocca quando parlate di Juventus e prostratevi ai suoi piedi ricordando che grazie a squadre nazionali in cui c’erano dai 7 ai 10 giocatori juventini l’Italia ha vinto quattro coppe del mondo!
Ora la sosta e poi un periodo intenso di gare di una certa importanza che la Juventus, in Italia e in Europa (dove hanno ricominciato a tartassarla ma il presidente non si lamenta mai. Avete visto i rimbrotti di tutti che ottengono, dalle partite successive, i risultati sperati?) dovrà affrontare. E Cristiano, non convocato in nazionale portoghese, potrà ripresentarsi riposato e più forte che mai.
L’ultima parte la voglia dedicare a un fuoriclasse, uno dei pochi rimasti, un vero campione nello sport e nella vita: Gonzalo Higuain. Era tanta la pressione che aveva sulle spalle da prima di questa partita, forse addirittura dall’avvio del campionato in cui ancora non sapeva vedersi con una maglia diversa da quella bianconera. Recuperato a tutti i costi nonostante le condizioni non ottimali ha cercato di disimpegnarsi al meglio, poi, fallito il rigore del possibile pareggio, ha cominciato ad innervosirsi e quando l’arbitro lo ha ammonito (ingiustamente perché era un fallo di gioco, e non certo per far male a Benatia, quando i suoi compagni erano stati graziati per falli molto più pericolosi) la tensione é salita alle stelle e quando ha visto addirittura il cartellino rosso ha chiesto all’arbitro: “Ma cosa fai” e la sua collera é salita alle stelle, l’hanno trattenuto ma non é che volesse fare chissà che ed ora si spera che gli diano al massimo una giornata, altrimenti sarebbe il colmo. Come, il personaggio più atteso dell’intera partita finire così, ingloriosamente?
Ma quello che ha fatto un male immenso é stato il vederlo uscire dal campo in lacrime. Lui, un generoso, una persona di una probità assoluta, cacciato in tal modo non lo avrebbe mai meritato. A volte si dice che i migliori arbitri potrebbero essere i giocatori, che in situazioni del genere capirebbero gli stati d’animo. Così come é avvenuto a Buffon nel “furto” di Madrid. Ma la grandezza di Gonzalo si é evidenziata ancora di più negli spogliatoi a fine gara. Intanto ha ringraziato gli ex compagni di squadra che hanno detto, TUTTI, di volergli ancora bene e di essergli grati per tutto quello che ha fatto e ha fatto vincere alla Juventus. E lui é tornato su quella assurda cessione (tra l’altro fruttata, in due anni, la metà di quello che era stato pagato), che lui non avrebbe mai lasciato la maglia bianconera, che quei coloro li ha ancora nel sangue, che lo ha mandato via la società, ma che ora, da gran professionista quale é, deve cercare di dare il massimo per la squadra per cui milita attualmente, E girando alla ricerca di televisioni, radio, giornali ci teneva a chiedere scusa, dieci, cento, mille volte, per il cattivo esempio che un gesto come il suo avrebbe potuto dare ai bambini che si avvicinano al calcio. Erano non anni, decenni che non sentivamo più una frase del genere, la preoccupazione di aver influenzato negativamente i futuri calciatori del domani. Pipita, no, quelle lacrime no... non le dovevamo vedere da una delle poche persone sane che girano attorno a questo sport marcio. E che, si preoccupano degli esempi da dare ai bambini quelli che si fanno tatuare fin sotto le dita dei piedi? O quelli che si ubriacano e hanno incidenti con la macchina in piena notte? O quelli che, per reati vari ed é successo spesso negli ultimi tempi, si fanno arrestare? O quelli, ed é la cosa ancora più grave, si fanno scoprire in festini a base di droga e si propongono agli occhi delle telecamere con gli occhi sbarrati e in fase decisamente confusionale? No, questi proprio il problema non se lo pongono. Te lo sei posto tu, immenso Pipita, uomo d’altri tempi, con ancora tutti i valori in te stesso. La gente già ti amava, di qualsiasi colore fosse la maglia della squadra per cui tifavano, a maggior ragione sentendo quello che pochissimi altri avrebbero avuto il coraggio di dichiarare dopo l’espulsione (e bisogna vedere se con lo stesso tuo pentimento) i padri sapranno trovare le parole per spiegare ai loro figli che si é trattato solo di un momento dovuto al continuo precipitare degli eventi ma che da grandi dovranno cercare di assomigliare al loro padre e a Gonzalo Higuain.
Quanto ai tifosi juventini Higuain ha sempre un posto nel loro cuore e magari sperano che un giorno potrà tornare a Torino con quella maglia che ama e per la quale ha sempre dato tutto.


Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Vignette di Wiggum
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Wallpapers di Wiggum
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Accedi alla fanzone
Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2019 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies