Juve
Home page Juve Juve 2017-2018 Juve Articoli Juve News Juve Archivio/statistiche Juve Storia Juve Fanzone Juve Italia1910.com Juve Serie A Juve Contatti
Sondaggio
Sembra che la Juventus abbia scelto Joao Cancelo come sostituto di Stefan Lichtsteiner. È l’uomo giusto? (di molti tifosi)
Sì, giovane ma già con esperienza internazionale in diverse squadre come Benfica, Valencia e Tavolini FC
Sì, ma acquistato ad una cifra spropositata rispetto al valore reale del giocatore
Sì, ma non può fare il titolare alla Juventus, più che altro è una buona riserva
No, ci vuole un terzino di ben altro spessore


Mostra i risultati
Tutti i sondaggi Juve Proponi sondaggio
Juve
Cerca un giocatore
Classifica campionato di Serie A
Squadra Pti Squadra Pti
JUVENTUS 95 Sassuolo 43
Napoli 91 Genoa 41
Roma 77 Chievo 40
Inter 72 Udinese 40
Lazio 72 Bologna 39
Milan 64 Cagliari 39
Atalanta 60 Spal 38
Fiorentina 57 Crotone 35
Torino 54 Verona 25
Sampdoria 54 Benevento 21
Classifica completa, risultati, calendario
Tutte le partite ufficiali della stagione
G. Pti Vit Par Sco Fat Sub  
27 66 21 3 3 56 14 C
25 59 18 5 2 50 22 F
2 3 1 0 1 6 3 N
54 128 40 8 6 112 39 T
Ultime 10 gare ufficiali
Data Cmp Partita Ris
07.04 A Benevento-Juventus 2-4
11.04 ChL Real Madrid-Juventus 1-3
15.04 A Juventus-Sampdoria 3-0
18.04 A Crotone-Juventus 1-1
22.04 A Juventus-Napoli 0-1
28.04 A Inter-Juventus 2-3
05.05 A Juventus-Bologna 3-1
09.05 Ita Juventus-Milan 4-0
13.05 A Roma-Juventus 0-0
19.05 A Juventus-Verona 2-1
Punti 23 - Vinte 7 - Pari 2 - Perse 1
Gol fatti 23 - Gol subiti 9 - Vedi tabellini
Tutte le partite ufficiali della stagione
M Giocatore Pres G.F G.S Esp
9 Higuain 50 23 - -
11 Douglas Costa 47 6 - -
10 Dybala 46 26 - 1
14 Matuidi 46 4 - -
5 Pjanic 44 7 - -
17 Mandzukic 43 10 - 1
12 Alex Sandro 39 4 - -
6 Khedira 39 9 - -
15 Barzagli 38 - - -
3 Chiellini 38 - - -
1 Buffon 34 - 28 1
4 Benatia 32 4 - -
26 Lichtsteiner 32 - - -
33 Bernardeschi 31 5 - -
7 Cuadrado 29 5 - -
30 Bentancur 27 - - -
22 Asamoah 26 - - -
24 Rugani 26 2 - -
23 Szczesny 21 - 10 -
2 De Sciglio 20 1 - -
8 Marchisio C. 20 - - -
27 Sturaro 19 - - -
21 Howedes 3 1 - -
38 Caligara 1 - - -
16 Pinsoglio 1 - 1 -
20 Pjaca 0 - - -
Contributo reparti in fase realizzativa
Difesa 12 - Centrocampo 31 - Attacco 64
Altre statistiche
Giocatori utilizzati 25 (almeno 1 pres.)
Giocatori in gol 14 (56,00%)
Rigori segnati 7 - Sbagliati 5 - Parati 2
Espulsioni 3 (3 giocatori diversi espulsi)
La Juventus dal 1900 ad oggi
Gare ufficiali   Serie A
4.257 Giocate 2.848
2.316 (54,40%) Vittorie 1.555 (54,60%)
1.104 (25,93%) Pareggi 780 (27,39%)
837 (19,66%) Sconfitte 513 (18,01%)
7.644 Fatti 4.967
4.158 Subiti 2.691
C. Europee   Era 3 pti (uff.)
460 Giocate 1.235
252 (54,78%) Vittorie 735 (59,51%)
106 (23,04%) Pareggi 301 (24,37%)
102 (22,17%) Sconfitte 199 (16,11%)
787 Fatti 2.187
416 Subiti 1.077
Tutti i numeri della Juventus
Top 10 - All Time (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
705 Del Piero 289 Del Piero
656 Buffon 179 Boniperti G.
552 Scirea 178 Bettega R.
528 Furino 171 Trezeguet
482 Bettega R. 167 Sivori
476 Zoff 158 Borel F.
472 Chiellini 130 Anastasi
459 Boniperti G. 124 Hansen J.
450 Salvadore 115 Baggio R.
447 Causio 113 Munerati
Classifiche complete
Top 10 - Rosa attuale (gare ufficiali)
Presenze Gol fatti
656 Buffon 68 Dybala
472 Chiellini 55 Higuain
389 Marchisio C. 37 Marchisio C.
271 Barzagli 34 Chiellini
258 Lichtsteiner 34 Mandzukic
156 Asamoah 19 Khedira
140 Dybala 15 Lichtsteiner
129 Mandzukic 15 Pjanic
114 Alex Sandro 13 Cuadrado
114 Cuadrado 9 Alex Sandro
Classifiche complete
Juve
Tutti gli articoli dell'autore Juve Tutti gli articoli Juve Articoli/storia Juve Tutti gli autori
Pubblicato il 30.01.2017
Sassuolo - Juventus 0 - 2 - JUVENTUS SPETTACOLO!
di Antonio La Rosa
Terza partita "fotocopia" della Juventus, vinta praticamente nei primi venti minuti circa di gara e, a differenza di quella contro il Milan, gestita stavolta con maggiore attenzione e autorevolezza, non rischiandosi nulla, anzi sfiorandosi più volte la terza marcatura.
Se dobbiamo trovare il pelo nell'uovo di queste ultime prove dei bianconeri, quella "tradizione" di sprecare troppe occasioni da rete, si sta ulteriormente accentuando: a dire il vero ieri ci si sono pure messi i legni e un pizzico di sfortuna, direi che il risultato non è più rotondo per puro caso, e sul punto credo sia sufficiente il giudizio nel dopopartita da parte di Di Francesco, sulla manifesta superiorità bianconera.
Importante anche la recuperata solidità difensiva, non sono non si subiscono reti, ma non si concedono occasioni agli avversari.

La partita in sintesi

Sorprendendo ancora una volta, Allegri riconferma formazione e modulo che ritengo ormai consolidato, ossia 4 - 2 - 3 - 1, con il rientro di Alex Sandro sulla sinistra e per il resto riconfermata la formazione della domenica precedente: e credo che questo sicuramente sarà il modulo base, anche se non non escludo alternative, che tuttavia vedano presente Mandzukic, il giocatore che con la sua presenza in campo e questa posizione intelligente trovatagli da Allegri, quasi da ala tornante, ha dato maggiore compattezza al modulo, ed anche soluzioni offensive innovative.
Il primo gol ne è una testimonianza, la combinazione con Alex Sandro è da manuale del calcio, colpo di tacco smarcante per il brasiliano, perfetto traversone rasoterra in area dove Higuain brucia i difensori emiliani.
Lo stesso Higuain crea di fatto l’azione del secondo gol, rubando palla a Cannavaro, azione perfezionata da Khedira, liberato da un velo splendido di Dybala.
Gara quindi chiusa o quasi in metà frazione, e bianconeri che più volte sfiorano la terza marcatura.

Le sostituzioni

I cambi sono stati di routine, anche se, notizia del giorno, la reazione di Dybala al momento dell’uscita dal campo, ma ne parlerò successivamente.
Si nota ancora che Pjaca ha buoni numeri ma non è proprio ancora entrato nella logica del calcio italiano.

I singoli: sull’altare

E’ proprio vero che il mondo si divide in due: chi ha Higuain, e dunque ha la certezza che per non andare a rete palloni giocabili non ne debbano arrivare in area di rigore, e chi invece Higuain non ce l'ha, e per segnare deve fare un lavoraccio della malora.
I due gol sono perle nelle quali si vede il grande campione rapace d'area, nel primo, e il giocatore altruista che pressa alto, approfitta di un pallone perduto da un avversario e innesta l'azione, poi perfezionata da un velo spettacolare di Dybala e conclusione di prima intenzione di Khedira.
Per quanto riguarda gli altri, direi molto bene come solito Mandzukic, però poteva anche essere più preciso nella ripresa in qualche occasione; bene certamente Khedira e Alex Sandro, il primo ha trovato la corretta collocazione in questo modulo, il secondo conferma che quando si inserisce in avanti crea sempre situazioni d'attacco ottimali per la squadra; il resto sufficienti o anche qualcosa in più, da sottolineare qualche giocata troppo di confidenza di Bonucci.
Da rivedere

Non ha giocato male, anzi, un velo di gran classe sul secondo gol, un palo, molti palloni lavorati con intelligenza: sto parlando come avrete capito, di Paulo Dybala.
Ma questo non giustifica la sua reazione al momento del cambio: posso comprendere che ci rimanga male il ragazzo in quanto spesso sostituito da Allegri, ma ritengo gesto di poco rispetto il non avere stretto la mano all’allenatore.
Per questo mi auguro che nelle competenti sedi, chi di dovere dia una giusta tirata d’orecchie al giocatori, alla Juventus, chiunque ha fatto spazio ai compagni, anche il Del Piero degli anni migliori, che aveva un peso sicuramente di rilievo nella storia bianconera.

L’arbitro

Temevo la direzione di gara di Doveri, di Roma.
Ma per fortuna la squadra ha colpito in maniera limpida ed in pochi minuti, doppio vantaggio che ha sostanzialmente messo in ginocchio gli avversari, e così la gara è stata abbastanza in discesa.
Quindi non ci sono state situazioni di rilievo tali da destare attenzione di moviolari e dietrologi.

Prossimo turno

Domenica prossima ci sarà l’Inter di scena allo Juventus Stadium, come dire la partita per eccellenza, dal 2006 in poi.
I nerazzurri arriveranno gasati per le sette vittorie di fila, e grazie ad una combinazione di risultati maturati, adesso si trovano quarti ad una distanza non insormontabile dalla zona Champions.
Va dato atto che Pioli ha saputo lavorare bene, facendo la cosa più ovvia e semplice, puntare su un gruppo titolare, adeguare un modulo di gioco ai giocatori disponibili, ed anche grazie ad un calendario non difficilissimo, ha potuto risalire la china.
Ma, a parte gli aspetti tecnici ed agonistici, è anche prevedibile che sarà la settimana nella quale i media penseranno a preparare la partita fuori dal campo, aspettiamoci quindi solite interviste, soliti servizi e … Iuliano – Ronaldo!

La giornata di campionato

Doveva essere una giornata difficile per la capolista e più agevole per le inseguitrici ed invece:
- Roma sconfitta a Genova dalla Sampdoria;
- Napoli bloccato in casa dal Palermo;
- Milan sconfitto a Udine.
E così, Juventus che allunga il suo vantaggio sulle inseguitrici, Inter che prepotentemente ritorna in lizza per il piazzamento CL, Milan che continua a perdere posizioni su posizioni.
Aggiungiamoci il pareggio interno della Fiorentina e si comprende che la giornata è stata quella delle sorprese.
Compresa anche la netta vittoria del Crotone contro l’Empoli, che in prospettiva crea qualche suspence per la lotta salvezza.

Le mie postille

1 – Don Andrea Agnelli …

Tanto tuonò che piovve l’ennesima bufala del quotidiano più squalificato d’Italia, quello che fa concorrenza al fogliaccio rosa milanese: mi riferisco al misfatto quotidiano di Marco Travaglio e complici.
Che in crisi di astinenza di notizie “scoop”, in difficoltà per vicende che riguardano i pupilli ispiratori del giornale, avevano bisogno di qualche efficace “arma di distrazione di massa”, per evitare di parlare di cose più serie, e cosa di meglio della Juventus, amata dal 40% degli italiani, ma odiata dal restante 60%?.
E così il quotidiano forcaiolo verso i nemici e garantista verso gli amici e i protettori, è tornato “forcaiolo” ma a modo suo, dato che di norma i travaglisti sono sempre schierati dalla parte dei giudici che accusano e condannano: invece stavolta per attaccare qualcuno, ha dovuto partire da una archiviazione di ipotesi di reato.
Ed è questa la nota stonata di uno scoop giornalistico, intitolato in maniera scellerata “Andrea Agnelli incontrava i mafiosi”, in relazione ad una indagine dei P.M. torinesi su cosche malavitose calabresi, che aveva marginalmente coinvolto esponenti ultras della curva allo Juventus Stadium.
Vicenda davvero banale, di biglietti regolarmente acquistati e poi girati ad amici o rivenduti con prezzi maggiorati, cosa che ha prodotto una stretta al cambio nominale di biglietto, impedendosi da ultimo di poter girare il proprio biglietto a chicchessia.
E vicenda che ha visto prosciolti i dirigenti bianconeri, che dunque non hanno alcuna responsabilità.
La cosa è finita però sotto l’attenzione della procura federale calcistica, oggi guidata dal dott. Giuseppe Pecoraro, già prefetto di Roma, salito agli onori di cronaca per la vicenda della finale di Coppa Italia 2014, quando trattò con Genny ‘a carogna, le condizioni per far disputare la gara tra Napoli e Fiorentina all’Olimpico di Roma.
Ma raccontarla così non avrebbe fatto colpo sui lettori, mentre parlare di Agnelli che incontra i mafiosi (a dire il vero in Calabria si chiama ‘ndrangheta), suscita interessi e morbosità.
Solo che stavolta la società ha reagito in maniera dura, ed era ora.
Infatti con un comunicato ufficiale ( http://www.juventus.com/it/news/news/2017/nota-della-societa-2601.php ) la società ha comunicato di avere dato mandato ai propri legali di agire in tutte le competenti sedi a tutela della onorabilità della società e del proprio presidente, modo formale per annunciare che saranno denunciati penalmente i signori del “misfatto quotidiano”.
Era ora.
Anche perché in passato ci sono state notizie ben più gravi, tipo le frequentazioni della “Pinetina” da parte di soggetti malavitosi entrati in stretti rapporti con dirigenti e giocatori della squadra che ivi si allena, o tra esponenti malavitosi e ultras della curva dell’altra squadra di Milano, per non tacere di vicende ben note che hanno coinvolto scommettitori clandestini e tesserati del Napoli Calcio.
In quei casi però era prevalsa l’omertà mediatica, stavolta si è cercato di colpire il nostro presidente con una accusa fasulla quanto gravissima, di frequentare soggetti mafiosi.
Purtroppo il giornalismo italiano è questo, e contro questo modo sciagurato di fare giornalismo, non si ha che una sola arma, reagire duramente e davanti all’autorità giudiziaria.
Anche se temo che da qui a fine stagione, ne vedremo ancora.



E-mail: antonio_larosa{chiocciola}msn.com


Clicca qui per pubblicare il tuo articolo
Juve
Juve
Juve Juve
Vignette
Ingrandisci
Clicca sulla vignetta per ingrandirla
Juve
Juve news - Tuttosport
Sezione Juventus News
Juve
Juve news - Goal.com
Sezione Juventus News
Juve
Altre news Juventus
Notizie in Italiano
Juve Tuttosport.com
Juve Gianlucadimarzio.com
Juve Sportmediaset.it
Juve Yahoo! Notizie
Juve Eurosport
Juve La Stampa.it
Juve Televideo.rai.it
Juve it.UEFA.com

News in English
Juve Google News
Juve Yahoo! News
Juve SkySports.com
Juve Juve Football Italia
Juve UEFA.com
Sezione Juventus News
Juve
Fanzone
Juve Sondaggi
Juve Test Juventinometrici
Juve Quiz storia Juventus
Juve Indice di gradimento
Juve Video Juventus e calcio
Juve Meteo Torino
Juve Meteo Vinovo
Juve Meteo prossima gara Juve
Juve Live score - Risultati in diretta
Juve Vignette di Buongiorno
Juve Vignette di Zucaro
Juve Vignette di Steve
Juve Vignette di Bonarober
Juve Vignette di Wiggum
Juve Wallpapers di Buongiorno
Juve Wallpapers di Steve
Juve Wallpapers di Wiggum
Juve Download inni non ufficiali
Juve Tweet di Juve e giocatori
Accedi alla fanzone
Juve
Juworld.NET è un sito non ufficiale, non autorizzato da o connesso a Juventus FC Spa.
I marchi Juventus e Juve ed il logo Juventus sono di proprietà esclusiva di Juventus FC Spa.
Il link ai siti esterni non implica riconoscimento da parte di Juworld.NET.
Copyright © 2001-2018 Juworld.NET - E' vietata qualsiasi riproduzione parziale o completa se non autorizzata.
Informativa cookies